Street Photography…appunti sparsi#5 – Garry Winogrand: “Cronista geniale di un mondo fragile ed imperfetto!”

“Invenzioni o finzioni del mondo reale” Ho appena finito un libro “Leggere la fotografia – Osservazioni e analisi delle immagini fotografiche” di Augusto Pieroni. Lettura davvero interessante. Nella prima parte, dopo l’introduzione, mette in evidenza l’importanza dei contesti nell’osservazione delle immagini fotografiche, delle forme e dei contenuti (o significati). “La fotografia non afferra il mondo, infatti lo dà a vedere. E nel darlo a vedere qualcosa di quel che si voleva

“L’uomo che si abbandona agli uomini…..”

Oggi mi sono ritrovato davanti a questa mia foto. Mi sono tornate in mente tante cose guardandola… Ad esempio ricordo che stavo per cestinarla. Poi decisi di tenerla e anche di pubblicarla non so bene il perché ma il mio istinto mi disse di tenerla. Alla fine credo di aver fatto bene perché a quanto pare è stata apprezzata. E’ passato un bel po’ di tempo da quando Rinaldo Alvisi (Presidente Comitato Scientifico FIOF), con mio sommo

Street Photography..appunti sparsi#2 – Parallelismi: Vivian Maier e gli altri grandi fotografi

Fotografare per se stessi o per compiacere gli altri? Siamo costantemente invasi da immagini e mi pare di percepire che è più la seconda ipotesi a prendere forma, cioè cerchiamo di compiacere gli altri più che noi stessi.  Questa considerazione mi fa pensare un personaggio venuto alla ribalta negli ultimi anni, peraltro non per sua volontà ma per un puro caso. Mi riferisco alla “camaleontica” Vivian Maier. Da illustre sconosciuta a