“L’uomo che si abbandona agli uomini…..”

Oggi mi sono ritrovato davanti a questa mia foto. Mi sono tornate in mente tante cose guardandola… Ad esempio ricordo che stavo per cestinarla. Poi decisi di tenerla e anche di pubblicarla non so bene il perché ma il mio istinto mi disse di tenerla. Alla fine credo di aver fatto bene perché a quanto pare è stata apprezzata. E’ passato un bel po’ di tempo da quando Rinaldo Alvisi (Presidente Comitato Scientifico FIOF), con mio sommo

Street Photography…..appunti sparsi#3 – Bruce Gilden: arrogante e sfrontato oppure amante dell’essere umano??

Se siete interessati alla Street Photography sicuramente vi sarete scontrati (o probabilmente vi scontrerete) con una delle sue principali difficoltà: uscire e scattare fotografie a gente che non si conosce. Così come vi scontrerete con il timore di avvicinarvi al soggetto da fotografare. Una rapida ricerca in rete darà esito a numerosi siti/blog in cui si consiglia come “rendersi invisibili” tra le gente, si suggerisce l’utilizzo di obiettivi improbabili per

A pranzo da Valentina…food and photo (#anticipo di primavera!)

Ho conosciuto Valentina Venuti (il suo blog Nondisolopane) un anno fa durante una mostra fotografica e la settimana scorsa mi ha invitato a pranzo nella sua splendida casa.   “La convivialità è un processo di condivisione e sviluppo.  L’organizzazione di un momento di condivisione, come un pranzo, una cena, un incontro per un thè pomeridiano, tiene in sè la possiblità di sviluppare competenze a stare con gli altri.”     Ho accettato con piacere anche di

Street Photography…appunti sparsi#1 – William Klein: anticonformismo e street photography

Non amo molto i tecnicismi e le regole della fotografia, scatto d’istinto e spesso le mie foto non sono particolarmente belle da un punto di vista compositivo. Prendendo spunto da questo mi viene in mente un personaggio “rivoluzionario” della fotografia, William Klein, che si ribellò agli stili e alle regole fotografiche ufficialmente riconosciute ai suoi tempi e dettate principalmente da Henri Cartier-Bresson e da altri “classici” della fotografia di strada.